Coronavirus: sistema immunitario alterato dietro sindrome grave bimbi, studio

Milano, 1 set. (Adnkronos Salute) – Gli scienziati che si sono trovati davanti ai primi casi l’avevano battezzata ‘simil-Kawasaki’ per i sintomi così somiglianti. In realtà il suo nome è Mis-C: è una grave sindrome infiammatoria multisistemica che colpisce alcuni bambini – una piccola percentuale – dopo Covid-19, attaccando organi e tessuti. Può prendere di mira cuore, polmoni, reni, cervello, pelle e occhi. I casi hanno impressionato molto i camici bianchi, perché a dispetto di quanto accade nella maggior parte dei bambini infettati da Sars-CoV-2, i quali vanno incontro a una malattia lieve, per alcuni l’epilogo è diverso: sviluppano dopo giorni o settimane una grave condizione. E ora una ricerca scientifica suggerisce che dietro possa esserci un sistema immunitario alterato. In linea con la convinzione di diversi studiosi, secondo cui la sindrome non è un risultato diretto del virus, quanto qualcosa di legato a un’intensa risposta autoimmune.
Nello studio pubblicato su ‘Nature Medicine’ vengono presentate le prime evidenze del fatto che la Mis-C possa essere collegata a specifici cambiamenti nel sistema immunitario che, per ragioni che rimangono misteriose, a volte seguono Covid-19. Per fortuna, la maggior parte dei pazienti colpiti risponde al trattamento e guarisce rapidamente. Ma a volte la sindrome può essere fatale. Gli scienziati autori del lavoro – Shane Tibby (Evelina London Children’s Hospital), Manu Shankar-Hari (Guy’s and St Thomas ‘Nhs Foundation Trust di Londra) e colleghi – hanno arruolato 25 bambini tra i 7 e i 14 anni, che hanno sviluppato Mis-C in connessione con Covid-19. Hanno esaminato loro campioni di sangue raccolti durante le diverse fasi di cura, li hanno confrontati con quelli di coetanei sani, e hanno scoperto così una complessa serie di disturbi immunitari.
I bambini colpiti da Mis-C avevano livelli aumentati di varie molecole infiammatorie, citochine, insieme a livelli aumentati di altri marker che suggerivano danni ai tessuti, come la troponina che indica lesioni del muscolo cardiaco. I neutrofili, i monociti e altri globuli bianchi che rispondono rapidamente alle infezioni si sono attivati ​​come previsto. Ma i livelli di alcuni globuli bianchi chiamati linfociti T si sono paradossalmente ridotti. Mentre i bambini si riprendevano, le differenze rispetto al gruppo di controllo sono gradualmente scomparse. Man mano il sistema immunitario tornava alla normalità.
Negli Usa, spiegano dai National Institutes of Health (Nih), si sta continuando a lavorare per gestire questa complicanza poco conosciuta. L’impegno è a tutto campo, visto l’aumento del 21% da inizio agosto nei casi di Covid-19 fra i più piccoli. Il nuovo lavoro conferma che la sindrome in questione, pur somigliando in qualcosa alla malattia di Kawasaki, è una patologia distinta associata a Covid-19. In effetti, solo 2 dei bambini esaminati hanno soddisfatto i criteri completi per la Kawasaki. Un altro studio britannico ha aggiunto dettagli: nuovi sintomi come mal di testa, stanchezza, dolori muscolari e mal di gola. I ricercatori hanno anche stabilito che il numero di piastrine era molto più basso nel sangue dei bambini con Mis-C, tanto che questo parametro può essere utilizzato come un aiuto alla diagnosi.
Ora per gli scienziati è importante capire di più sui meccanismi precisi alla base dei cambiamenti osservati nel sistema immunitario e sul modo migliore per trattarli o prevenirli. Gli statunitensi Nih, secondo quanto postato dal direttore Francis Collins, “hanno recentemente annunciato 20 milioni di dollari in finanziamenti per la ricerca dedicati allo sviluppo di approcci che identifichino i bambini ad alto rischio di sviluppare Mis-C. La speranza è che questo nuovo impegno, insieme agli sforzi messi in campo in tutto il mondo, porti a chiarire i fattori che influenzano la probabilità che un bambino con Covid-19 incappi nella grave sindrome. Questo consentirebbe ai medici di intervenire il prima possibile e migliorare gli esiti” per i piccoli.

Tags: , ,