Influenza: HappyAgeing, ‘vaccinare conto indluenza anche in drive-in e in palasport’

Roma, 1 ott. (Adnkronos Salute) – Per la vaccinazione antinfluenzale, in questa particolare stagione segnata dalla pandemia, “la programmazione è fondamentale, siamo ancora in tempo per fare bene, l’importante è andare oltre le abitudini del passato dove necessario: si potrebbe effettuare le vaccinazioni in luoghi alternativi agli ambulatori, come i palasport o in modalità ‘drive-in’, sono questi alcuni dei suggerimenti contenuti nel nostro documento”. Lo spiega Michele Conversano, presidente del Comitato tecnico-scientifico di HappyAgeing – Alleanza italiana per l’invecchiamento attivo che oggi ha aperto l’Assise nazionale sull’immunizzazione dell’adulto e dell’anziano, al Centro Congressi Frentani di Roma.
“In questi giorni – ha aggiunto – assistiamo ad un acceso dibattito relativo alla disponibilità di vaccini per questa stagione e al come e al dove dovranno essere resi disponibili ed effettuati. A noi non interessa entrare nella polemica della distribuzione ma certo è, e lo avevamo detto già prima dell’estate, che era necessario muoversi per tempo per assicurarsi un numero di dosi adeguato alle maggior necessità di questo autunno”.
In generale, anche per quanto riguarda tutte le altre vaccinazioni, è importante, ha sottolineato Conversano, “raggiungere l’obiettivo di immunizzare la maggior percentuali possibili delle coorti indicate dal Piano. Due delle quattro vaccinazioni consigliate ai più anziani, l’influenza e la polmonite da pneumococco, servono infatti a prevenire malattie respiratorie”.
“Evitare di essere suscettibili a queste patologie permetterà di avere un sistema immunitario capace di rispondere meglio alla circolazione del virus ed evitare sovraffollamento nei pronto soccorso. Anche un’infezione da Herpes zoster, tuttavia, pur non rappresentando un potenziale pericolo a livello respiratorio, comprometterebbe sicuramente le condizioni dell’anziano. Il richiamo decennale della vaccinazione contro difterite, tetano e pertosse dovrebbe essere incentivato dalle Regioni e costantemente monitorato dal ministero, per questo motivo è necessario vaccinarsi e farlo adesso”, ha concluso.

Tags: , ,