Fresco alimentare, l’importanza della logistica a temperatura controllata

Il costante interesse alla filiera e alla qualità dei prodotti freschi impone uno sviluppo strategico delle modalità di gestione della logistica a temperatura controllata. In ambito agroalimentare, la coordinazione del flusso delle merci è una risorsa che permette alle aziende di beneficiare di una corretta gestione del fresco, così da avere per ogni spedizione un controllo costante della fase logistica.

Data l’importanza delle operazioni di stoccaggio, trasporto e consegna, la supply chain richiede un processo di pianificazione scrupoloso e accurato.

In questo ambito, la professionalità di partner esperti di logistica a temperatura controllata è una risorsa irrinunciabile, poiché garantisce la giusta conservazione degli alimenti ed efficienza nei servizi di distribuzione.

Lo sviluppo della logistica

Oggi la supply chain gode di modelli operativi dall’alto valore funzionale, grazie a realtà che negli anni hanno saputo implementare i propri modelli di sviluppo con uno sguardo attento al futuro.

Ne costituiscono un esempio i servizi di logistica di STEF, azienda specialista del trasporto a temperatura controllata, che oggi conta un totale di 36 filiali in tutta Italia.

La proposta di STEF si caratterizza per soluzioni altamente flessibili per valorizzare l’offerta delle imprese attive nel campo agroalimentare, frutto dell’impiego dei migliori servizi ingegneristici di gestione e progettazione del lavoro così come di software di proprietà.

In questo modo è possibile tenere sempre conto delle singolarità dei processi logistici, in un sistema di personalizzazione che permette di assicurare massima qualità del trasporto, nel pieno rispetto di ogni specifico prodotto.

La logistica e l’agroalimentare oltreconfine

Quello del settore agroalimentare è un mercato che nel tempo si è intensificato, rendendo necessaria l’evoluzione di una serie di meccanismi di distribuzione dalla complessità piuttosto elevata.

Lo sviluppo dei flussi commerciali con l’estero ha infatti contribuito ad ampliare gli obiettivi della logistica, che ha potenziato la sua rete per garantire il trasporto e la consegna anche a lunga distanza.

Si tratta di un settore che oggi pone la massima attenzione alla sostenibilità del trasporto, sia in fatto di tempistiche e in ambito qualitativo, sia nella pianificazione e nella gestione dei prodotti agroalimentari. Solo così è possibile garantire, anche oltreconfine, merci fresche dalle proprietà organolettiche intatte, in un sistema che avvantaggia sia l’azienda sia l’acquirente.

Il rispetto della catena del freddo

Affidarsi a partner di logistica con una maturata esperienza aiuta le aziende a inserirsi in una rete capillare fitta di collegamenti, in grado di contrarre le distanze fra produttore e consumatore.

La riduzione dei tempi di consegna protegge infatti gli alimenti dalla deperibilità, mentre la massima cura nel mantenimento di una temperatura ideale durante il trasporto assicura un controllo costante della qualità dei prodotti.

In questo ambito, STEF associa l’efficienza dei suoi servizi di logistica alla garanzia del rispetto della catena del freddo. Si tratta di una serie di operazioni molto importanti, che permettono di garantire una temperatura controllata sia nello stoccaggio sia all’interno delle celle adibite al trasporto.

STEF: professionalità a garanzia di sicurezza

La catena del freddo oggi gode di regolamentazioni disciplinate in ambito europeo e di procedure HACCP cui produttori e distributori sono chiamati ad attenersi.

STEF affianca a tutto questo il rispetto degli standard che IFS Logistic prevede per la logistica di prodotti termosensibili, refrigerati e surgelati: una certificazione riconosciuta ad alcune filiali, a garanzia dell’elevato livello di servizio dell’azienda.

Attualmente STEF conta oltre 30 filiali di logistica per un milione di metri cubi a temperatura controllata. L’enorme quantità di spazi contribuisce ad agevolare la gestione e la movimentazione, anche in presenza di volumi di grosse dimensioni.

La capillarità dei 180.000 punti di consegna fa sì che STEF possa a raggiungere sia i piccoli sia i grandi centri del nostro territorio. Si può inoltre beneficiare del servizio di trasporto su strada anche per trasferire merci in numerosi paesi europei.

Per quanto riguarda le consegne internazionali, l’offerta di STEF si completa con la collaborazione con gli aeroporti di Fiumicino e Malpensa, i cui spedizionieri prendono in carico i prodotti da distribuire in tutto il mondo.

Questo permette a STEF di assicurare alle realtà agroalimentari del paese la migliore filiera di distribuzione in ogni tipo di contesto, così da soddisfare qualsiasi genere di necessità.

Tags: