Legnago, un Salieri che preannuncia Mozart

Dopo oltre due secoli sulla scena l’opera buffa “La scuola de’gelosi”. Compagnia di canto molto giovane diretta dal vicentino Rigon

Fenice, l’opera sull’alluvione non va sotto: Aquagranda trionfa

Il dramma racconta il 4 novembre 1966 a Pellestrina. Una dimostrazione di vitalità per la lirica, che rischia di essere affondata dall’imminente riforma del governo Renzi

Orchestra Olimpico, i giovani talenti crescono

Beethoven e Mendelssohn per la prima della stagione OTO. Sul podio Lonquich, violino solista la Widmann. Pubblico entusiasta

Venezia, Battistelli se la ride di Verdi

Al Malibran grande successo per la prima italiana de “Il medico dei pazzi” dalla commedia di Scarpetta. Con ironiche citazioni dalla Traviata e da Otello

Harding in Veneto, un Mozart di raro fascino

A Verona e Vicenza con la splendida Mahler Chamber Orchestra, il direttore inglese rivela le ultime Sinfonie con una brillantezza e drammaticità trascinanti e innovative

Verona, trionfo romantico per orchestra di Santa Cecilia

Il Concerto per violino di Cajkovskij (straordinario solista Gil Shaham) e la Sinfonia n. 3 di Saint-Saëns nella serata diretta da Pappano, aperta e chiusa con un Rossini di trascinante brillantezza

Mehta a Verona, il fascino delle “Incompiute”

Sinfonie non completate di Schubert e Bruckner con l’orchestra del Maggio al Settembre dell’Accademia Filarmonica. Interpretazione di ieratica profondità, con la formazione fiorentina più a suo agio nel primo

Accademia Verona, la “civiltà sinfonica” britannica vince

Il Settembre inaugurato con trionfale successo dalla London Symphony Orchestra diretta da Noseda. Programma di primo Novecento poco abituale con Debussy (“La mer”) e Rachmaninov

Verona, orchestre al Filarmonico: disfida di grandi “bacchette”

Mehta, Chailly, Pappano, Harding e Noseda alla 25sima edizione del Settembre dell’Accademia. Di scena anche Filarmonica della Scala, Maggio Fiorentino e Santa Cecilia