«Tav Vr-Pd e il nodo Vicenza? Come buttare soldi dal finestrino»

Ponti, massimo esperto italiano di trasporti: «la politica e le lobby spendono soldi pubblici. Tanto i cittadini se ne accorgono quando è troppo tardi»

BpVi leaks, scarsa indignazione per giornalisti perquisiti. Perchè?

Due cronisti del Sole 24 Ore e della Verità presi di mira per aver svelato notizie inquietanti. A parte la condanna di rito, silenzio generale

Geometra bloccato in Armenia: «Serenissima Costruzioni non mi paga»

Un dipendente campano racconta le sue peripezie nello scandalo che ha investito l’ex braccio operativo della Brescia-Padova

Loris e il rumoroso silenzio dei pro vita

Una vita se n’è andata. Annichilita da un sistema che ha fagocitato le risorse che potevano permettergli di viverne una degna. E questo Bertocco non poteva accettarlo

125 milioni da Bce al gioco d’azzardo: «beffa per noi sindaci anti-slot»

Martorel, primo cittadino di San Fior (TV) che ha vinto contro Admiral: «a che serve allora combattere la ludopatia?». Il vicentino Colombara: «Monopoli, non c’è trasparenza»

«Vaccini vittime del loro successo, purtroppo tanti non ci credono più»

Pignatti, presidente di Iovaccino.it: «imparagonabile la cultura della prevenzione dei Paesi scandinavi con quella in Italia». I Freevax? «Nuovo medioevo»

Referendum Veneto, la libertà dei media con pubblicità di Zaia

1,2 milioni di euro stanziati dalla giunta regionale per la comunicazione istituzionale: qui si parrà l’indipendenza degli editori. E dei giornalisti. Soprattutto su temi extra-referendari

Il maestro gelataio: «l’artigianale vero, ecco perchè è raro»

Il padovano Mezzalira, maestro gelatiere stellato, sul calo dei gelati industriali: «il consumatore non li vuole più»

«Sesso all’aperto, il Veneto degli “adepti dell’imbosco”»

Ad un anno dallo sbarco in Italia del portale degli incontri hot al chiaro di luna, colloquio con un ispettore di polizia sul mondo della “camporella”

Dall’era Galan all’Atac, cari grillini come la mettiamo con Simioni?

Il passato molto poco grillino del nuovo numero uno dell’azienda di trasporti di Roma, benedetto da Casaleggio